Reiki, cos'è

Spesso, quando riferisco che "lavoro" faccio, mi viene rivolta questa domanda: "Cos'è Reiki?"... 
La risposta è abbastanza articolata e di difficile comprensione se non si vive l'esperienza di Reiki...


Quindi, oggi, mi affido alle parole del suo Fondatore per una spiegazione profonda di Reiki




...    Il mio trattamento Usui Reiki è unico, non ha precedenti e non può essere paragonato a nient’altro nel mondo. Io credo che debba essere disponibile a tutti per il Benessere dell’umanità. Ogni individuo può ricevere dal cielo questo dono divino, ottenere una perfetta simbiosi tra anima e corpo e contribuire al miglioramento della vita di ciascuno.
   Il mio Reiki è un metodo originale che si fonda sulla forza risanatrice dell’universo. Attraverso questa, l’individuo ottiene per prima la salute, poi la quiete della mente e quindi la gioia di cui il mondo, mai come in questo preciso momento storico, ha grande urgenza e necessità.

Mikao Usui

D. In che cosa consiste il Metodo Reiki di Usui (Usui Reiki Ryoho)?
R. Esso si ispira ai principi dell’Imperatore Meiji, ai quali occorre accostarsi con rispetto ed estrema fiducia. È necessario seguire tali insegnamenti in quanto essenziali per allenare e sviluppare la mente e il corpo affinché si possa percorrere adeguatamente il giusto sentiero destinato all’essere umano. Innanzi tutto è necessario risanare la mente e, in seguito, sarà risanato anche il corpo. La mente risanata, infatti, indica al corpo il sentiero dell’integrità che conduce alla guarigione. Lo scopo del Metodo Reiki di Usui è quello di migliorare la qualità della nostra vita così come quella del nostro prossimo: curando noi stessi e gli altri, infatti, intensifichiamo contemporaneamente la nostra felicità e quella altrui.
D. Ha qualche attinenza il Metodo Reiki di Usui con altre tecniche curative come l’ipnosi, il Ki-Ai Jutsu (tecnica giapponese che concentra il Ki nell’addome e lo proietta all’esterno attraverso un particolare urlo) o la guarigione prodotta dalla fede?
R. No, nessuna attinenza. Non c’è alcuna similitudine con le tecniche da lei citate. Ho acquisito l’arte di guarire il corpo e la mente attraverso un percorso  mistico che ha richiesto anni di tenace allenamento.
D. Quindi, la sua può essere definita “Arte della Guarigione Spirituale”?
R. Potremmo chiamarla così. Allo stesso modo, però, può essere definita come l’Arte della Guarigione fisica. Ogni parte del corpo fisico dell’operatore emette luce ed energia; in particolare queste sono irradiate dagli occhi, dalla bocca e dalle mani. Questo significa che fissando, soffiando e massaggiando delicatamente la parte malata, è possibile allontanare velocemente dolori di tutti i tipi (mal di denti, mal di testa, mal di stomaco, tumefazioni, nevralgie, contusioni, tagli, bruciature, etc). Perfino le malattie croniche, che sono difficili da guarire e che richiedono parecchie cure, registrano, fin dal primo incontro, risultati importanti grazie a questi trattamenti. La medicina moderna non è in grado di spiegare questi fenomeni. Se avrà la possibilità di vedere gli esiti ottenuti (da Reiki), concorderà sicuramente con me. perfino gli increduli non potranno negare l’evidenza.
D. E’ necessario credere nel trattamento Reiki di Usui affinchè i risultati siano positivi?
R. No, non sono necessari né il plauso né l’ammirazione e in questo il trattamento di Usui si differenzia dalle altre tecniche come l’ipnosi o da altri metodi di guarigione mentale o psicologica. Non importa se si hanno dei dubbi o si è scettici. Il mio trattamento, per esempio, funziona anche sui bambini o sulle persone prive di sensi: individui che non possono avere alcun atteggiamento critico aprioristico. Soltanto una persona su dieci crede nell’efficacia del mio metodo prima di averlo provato personalmente. La maggior parte delle persone, però, comincia a mostrarsi fiduciosa dopo aver ricevuto il primo trattamento e dopo averne sperimentato gli effetti positivi.
D. Il Reiki di Usui è in grado di curare qualunque malattia?
R. Si, si possono curare tutte le malattie.
D. Il metodo Reiki cura soltanto le malattie del corpo?
R. No, non cura soltanto le malattie del corpo fisico: esso agisce in modo incisivo su patologie mentali come la paura, l’angoscia, il nervosismo, la debolezza psicologica e la difficoltà nel prendere decisioni; inoltre è in grado di eliminare le cattive abitudini. Praticando Reiki si è in grado di condurre una vita felice e di guarire gli altri attraverso la mente di Dio o Buddha. Questo è il principale obiettivo.
D. Come funziona il Metodo Reiki di Usui?
R. Non sono in grado di rispondere con precisione, nonostante io sia il fondatore di questa disciplina. Nessuno mi ha iniziato a quest’arte né ho fatto studi specifici per acquisire determinati poteri. Durante un periodo di digiuno ho preso coscienza del grande potere della Forza Universale e, per caso, mi sono accorto di possedere la capacità di guarigione. La scienza moderna, nonostante le approfondite ricerche, non riesce ad approdare a spiegazioni razionali al riguardo e, pertanto, trova difficile confermarne l’esistenza. Ma verrà il giorno in cui gli scienziati sapranno darci una spiegazione.
D. Vengono utilizzate medicina durante il trattamento Reiki di Usui? Ci sono effetti collaterali?
R. Durante i miei trattamenti non vengono usate né medicine né alcun tipo di strumenti. Le patologie sono curate solo fissando, soffiando, appoggiando le mani, strofinando, premendo o picchiettando.
D. E’ necessario che il praticante di Reiki possieda delle conoscenze mediche?
R. No, perché l’Arte di Guarigione Reiki non è basata sulla medicina tradizionale, ma sfrutta l’energia cosmica che agisce al di sopra della scienza moderna. La patologia può essere curata fissando, soffiando, premendo, strofinando e toccando la parte affetta: ad esempio la testa se c’è un problema al cervello, lo stomaco se ci sono disturbi in quest’area, gli occhi se questi presentano una qualche disfunzione, e così via. Le malattie in questo modo possono essere curate in breve tempo, senza bisogno di alcuna medicina o altri tipi di interventi. Proprio per questa ragione ritengo che il mio metodo sia unico e originale.
D. Cosa ne pensano i medici di fama?
R. La visione dei medici più celebri sembra molto ragionevole. Diversi uomini di scienza europei criticano severamente la moderna medicina. Per tornare al nostro argomento, il Dr. Nagai Hisomu, dell’Università Imperiale di Medicina, ha affermato: “Noi medici sappiamo come diagnosticare una malattia, descriverla, registrarla e capirla, ma non sappiamo come trattarla.”. Il Dr. Kondo ha detto: “E’ arrogante affermare che la medicina moderna abbia fatto enormi progressi quando continua a trascurare l’equilibrio psicofisico del paziente”. Il Dr. Hara Sakae al riguardo: “E’ un’insolenza trattare l’essere umano, nella sua complessità fisiologica, alla stessa stregua di un animale. Credo che in futuro potremo contare su una grande rivoluzione nel campo della medicina”. E poi il Dr. Rokuro Kuga: “Senza dubbio altri metodi, come la psicoterapia o altre tecniche praticate da operatori, non medici, hanno ottenuto grandi successi perché tali terapie, a differenza della medicina ortodossa, tengono conto della personalità e dell’unicità del paziente. I medici che rifiutano ciecamente  gli operatori non medici e gli psicoterapeuti, tentando anche di boicottarli, dimostrano tutta la loro ristrettezza mentale”. (dal Nihon Iji Shinpo: rivista nazionale di notizie mediche). È un fatto che alcuni medici e farmacisti capiscono questo problema, riconoscono l’efficacia del mio metodo e chiedono di essere iniziati a Reiki.
D. Qual è la posizione del governo?
R. Il 6 Febbraio dell’anno 1922, all’assemblea della Commissione Permanente per i Bilanci della Camera dei Rappresentanti, il Dr. Matsushita Teiji, membro della Diet, domandò quale fosse la posizione del Governo riguardo gli operatori non medici che trattano pazienti utilizzando psicoterapia o altre tecniche mentali o spirituali. Il Sign. Ushio, membro del Governo, rispose: “Fino a dieci anni fa l’ipnosi era considerata come una pratica di maghi o fattucchiere. Al giorno d’oggi, dopo essere stata sottoposta agli opportuni studi, essa è comunemente utilizzata per intervenire sui diversi disturbi psicologici. È difficile risolvere soltanto con la medicina tutto ciò che riguarda l’essere umano. Per guarire le malattie i medici si basano sui principi, sull’esperienza e sulla conoscenza della medicina. L’elettroterapia o l’uso delle mani non sono considerati pratica medica”. Pertanto il mio Metodo Reiki non viola le leggi che riguardano la professione medica né quelle che regolamentano l’agopuntura o la moxibustione.
D. La gente potrebbe pensare che questa capacità di guarire gli altri sia un dono riservato a pochi eletti e che non possa essere appreso.
R. Non è assolutamente vero. Ogni essere possiede tale potere di guarigione. Dio lo ha donato a tutti: piante, alberi, animali, pesci, insetti e, soprattutto, gli esseri umani hanno questa capacità innata. Il Metodo Reiki di Usui è apparso per riacquistare coscienza di questo dono.
D. Quindi chiunque può accedere agli insegnamenti del Metodo Reiki di Usui?
R. Certamente. Uomini, donne, giovani, anziani, individui acculturati o meno. Chiunque viva secondo i migliori principi morali può acquisire, in breve tempo, l’abilità di guarire se stesso e gli altri. Ho insegnato a più di mille persone e nessuna di queste ha mai fallito. Tutti sono in grado di guarire le malattie, anche coloro che hanno completato soltanto lo Shoden (il Primo Livello). Potresti pensare che sia incredibile il fatto che in così poco tempo si possa acquisire l’abilità di curare le malattie, giacchè questo compito sembra essere così difficile per noi esseri umani. io credo che questa sia una cosa del tutto naturale. È una caratteristica del mio metodo: affrontare qualcosa di particolarmente difficile in modo tanto semplice.
D. Quindi, se posso curare gli altri, posso curare anche me stesso?
R. Se non potessimo curare le nostre malattie, come potremmo curare quelle degli altri?
D. Cosa bisogna fare per accedere all’Okuden (il Secondo Livello)?
R. L’insegnamento Okuden consiste in una serie di tecniche: Hatsu Rei Ho (tecnica per incrementare l’Energia), Uchite Chiryo Ho (tecnica di picchiettamento), Natade Chiryo Ho (tecnica dell’accarezzamento), Oshite Chiryo Ho (tecnica della pressione), Enkaku Chiryo Ho (trattamento a distanza), Seiheki Chiryo Ho (trattamento delle abitudini) ed altre. Esso viene insegnato a chi ha già appreso lo Shoden, a quelli che praticano costantemente e con entusiasmo e a coloro che dimostrano onestà e moralità.
D. C’è altro da apprendere dopo l’Okuden?
R. Si, c’è lo Shinpiden (il grado dell’Insegnante).


Approfondimenti